Le domande più frequenti nei colloqui di selezione

Il colloquio di selezione. Le domande più frequenti.

Lo scopo principale del colloquio nella selezione del personale è quello di raccogliere informazioni sui candidati con una metodologia qualitativa. Di solito le persone che vengono convocate per un colloquio hanno superato già alcuni filtri: ad esempio quello dello screening dei curriculum vitae oppure quello delle prove psicoattitudinali come i test di ragionamento verbale, numerico, astratto oppure i test di ragionamento critico. Sempre più spesso, prima del colloquio, i candidati hanno risposto anche ad uno o più di un test psicologico di personalità. Alcuni test psicologici come il 15FQ+ oltre a fornire un approfondito rapporto interpretativo sui tratti di personalità della persona esaminata, propongono un elenco di domande che potrebbero essere poste dall’esaminatore sulla base degli specifici risultati ottenuti con il profilo di personalità risultante.

Il colloquio di selezione è una interazione in cui due entità si esplorano reciprocamente, dove in particolare è l’esaminatore che intende conoscere come l’altro “costruisce” la realtà (come interpreta le proprie esperienze, come si presenta, da cosa è motivato, quali sono i suoi atteggiamenti e comportamenti verbali e non verbali, e molto altro).  Ma anche il candidato ha un ruolo attivo in questo interscambio; infatti, citando G.A. Kelly (1963): Nella misura in cui una persona costruisce i processi di costruzione di un’altra, può giocare un ruolo in un processo sociale che coinvolge un’altra persona (corollario della socialità). Per aiutare il candidato a costruire i processi di costruzione dell’esaminatore, si può prendere spunto da alcune delle domande sottoelencate che solitamente vengono più frequentemente poste.

Domande iniziali per rompere il ghiaccio
Mi parli di lei
Mi parli delle sue esperienze di lavoro
Come descriverebbe il suo lavoro ideale

Sono domande molto generiche che hanno lo scopo di mettere a proprio agio la persona. Taluni, disorientati da tanta libertà di azione, si abbandonano ad un logorroico profluvio di parole, altri, non riuscendo a focalizzare l’attenzione su qualcosa di significativo, rimangono impigliati in un silenzio imbarazzante.

Domande esplorative dell’orientamento motivazionale e di carriera
Perchè ha scelto questo percorso professionale/carriera

Quando ha deciso questo percorso professionale/carriera
Quali sono i suoi obiettivi professionali
Come pensa di realizzare questi obiettivi
Quali sono le cose motivanti per lei
Perchè, secondo lei, dovremmo assumerla

Domande per saggiare l’assertività e la competitività professionale
Come definirebbe il successo professionale/lavorativo
Descriva una situazione lavorativa in cui ha avuto successo
Descriva una situazione non lavorativa in cui ha avuto successo
Che cosa pensa di dover raggiungere per riuscire professionalmente
Quali risultati le hanno dato maggiore soddisfazione nella sua vita
Se dovesse tornare indietro che cosa cambierebbe della sua vita

Domande esplorative volte a conoscere le probabilità di permanenza in azienda
Mi parli di alcuni suoi recenti obiettivi e che cosa sta facendo per realizzarli
Che cosa si immagina di fare tra cinque anni
Che cosa vorrebbe aver raggiunto tra dieci anni

Domande sui modi di affrontare le situazioni conflittuali

Come si comporta nelle situazioni di conflitto
Ha mai avuto un conflitto con un responsabile, un superiore, un insegnante. Come lo ha affrontato? Come è stato risolto.

Domande sui modi di gestire le difficoltà derivanti da stress relazionali, pressione del tempo, e via dicendo
Qual è il principale problema con il quale si è imbattuto di recente.
Come gestisce la pressione del tempo, delle scadenze
Come gestisce la pressione dei responsabili / superiori

Domande di auto-caratterizzazione
Se dovessi chiedere ad uno dei suoi insegnanti di descriverla, che cosa pensa che direbbe
Se dovessi chiedere ad uno dei suoi superiori di descriverla, che cosa pensa che direbbe
Quali erano i suoi insegnanti preferiti. Perchè.
Qual è la sua più grande debolezza/qualità

Domande sulla percezione dei propri bisogni formativi
Ha in progetto dei programmi di aggiornamento professionale. Quali.
Di quanta formazione pensa di aver bisogno per essere produttivo nel migliore dei modi

Domande sulla costruzione dell’immagine aziendale
Perchè desidera lavorare in questa azienda
Che cosa conosce della nostra azienda
Perchè è interessato alla nostra azienda

Domande sulle aspettative economiche
Quanto sono importanti i soldi per lei
Quanto dovrebbe guadagnare per essere soddisfatto
Che tipo di stipendio sta cercando

Naturalmente l’elenco non è esaustivo, né centrato per tutte le mansioni, ma potrebbe risultare  un utile punto di partenza per riflettere su sé stessi in relazione al mondo del lavoro.